Vita scolastica Notiziario eventi

Apprendisti “traduttori” al Liceo delle Scienze Umane di Verolanuova

Nell’ambito del potenziamento della lingua inglese, l’Istituto d’Istruzione Superiore “Primo Mazzolari” di Verolanuova (BS) ha deciso di avviare un laboratorio di traduzione e interpretazione in lingua inglese curato da Giancarlo Covella, docente di lingua e cultura inglese nell’anno scolastico 2016/17 del medesimo istituto.

Questo progetto vede coinvolti una ventina di partecipanti, ovvero un gruppo di studenti delle classi 4ª D, 4ª E, 5ª D del Liceo delle Scienze Umane, alcuni dei quali in possesso di certificazione linguistica di livello C1 secondo il Quadro comune europeo di riferimento per le lingue. Trattasi del progetto “A scuola di traduzione” che mira a potenziare, attraverso la traduzione di testi di vario genere (letterari, saggistici, cinematografici, giuridici, ecc.), le abilità linguistiche degli studenti. “Questo progetto – spiega il professor Covella – ha due motori fondamentali: da una parte, il desiderio di aiutare gli studenti delle classi terminali a scoprire le loro reali attitudini all’interno dell’universo linguistico che per anni hanno esplorato grazie ad uno studio prima guidato e poi sempre più autonomo, consapevole e critico; dall’altro, la necessità di fornire a tutti loro strumenti efficaci per un reale inserimento nel mondo del lavoro”. Oggi infatti, anche nel nostro territorio, si avverte forte la richiesta di figure professionali specifiche che possano permettere alla cultura del proprio paese e a quello di lingua anglofona di comunicare attraverso lo scambio di opere d’autore, di scritti d’opinione e di prodotti giornalistici anche di settore specialistico. “Vi è una buona possibilità di inserimento nel mondo del lavoro per le figure professionali di operatore editoriale: traduttori ed interpreti dalla L1 alla L2 e dalla L2 alla propria lingua madre”, aggiunge il professor Covella. Bisogna perciò apprendere le tecniche di base per affrontare la traduzione di un testo generico ed è peraltro necessario conoscere le peculiarità d’approccio ad una specifica tipologia testuale. Oltre ad essere un docente abilitato all’insegnamento della lingua inglese, Giancarlo Covella è anche un practitioner nel campo della traduzione. Da anni, infatti, si occupa di traduttologia: ha scritto articoli sulla pratica teorica del tradurre (Pathways to Translation, 2016; About Translation, 2015; Per una poetica del tradurre, 2008) e tradotto testi poetici di Sasha Dugdale, Thomas S. Eliot, Tony Kushner per riviste specializzate come «Testo a fronte» e «Poeti e Poesia», oltre all’importante studio critico di Harold B. Segel su L’immagine dell’ebreo nelle letterature russa e polacca («eSamizdat», 2007). Pertanto, gli studenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Primo Mazzolari” potranno beneficiare della comprovata esperienza del professor Covella per sviluppare le loro abilità linguistiche attraverso una metodologia che non si limita esclusivamente alla mera acquisizione di tecniche di traduzione, ma che deve, e sarà, strumento catalizzatore di una didattica in classe che punta al pieno potenziamento della lingua inglese.

Ultimo aggiornamento (Venerdì 05 Maggio 2017 22:19)