Didattica

 

L’Istituto, nel rispetto sia della libertà di insegnamento sia della libera scelta educativa delle famiglie, riconosce e valorizza le diversità, promovendo le potenzialità di ciascuno e adottando tutte le iniziative utili al raggiungimento del processo formativo.

Nell’esercizio dell’autonomia didattica, la scuola regola i tempi dell’insegnamento e dello svolgimento delle singole discipline e attività nel modo più adeguato ai processi e ai ritmi di apprendimento degli studenti.

La programmazione è formulata in modo chiaro e funzionale alla comunicazione tra la scuola, gli studenti e le famiglie, ai quali viene debitamente illustrata nei Consigli di Classe.

La programmazione didattica si svolge a livello di

• Collegio dei Docenti, 
• Coordinamenti d'Area Disciplinare
• Consigli di Classe.

Il Collegio dei Docenti cura la programmazione dell'azione educativa anche al fine di adeguare i programmi di insegnamento alle specifiche situazioni ambientali e di favorire il coordinamento interdisciplinare. Esso esercita tale potere nel rispetto della libertà di insegnamento.

I Coordinamenti d'Area Disciplinare individuano i nuclei essenziali e gli elementi portanti delle discipline, ai fini del conseguimento degli obiettivi educativi e didattici trasversali ritenuti fondamentali per la formazione dello studente, in armonia con le scelte del Piano dell'Offerta Formativa.

I Consigli di Classe armonizzano le singole proposte disciplinari allo specifico contesto di ogni classe, in un'ottica interdisciplinare e pluridisciplinare. In particolare, la programmazione del Consiglio di Classe cura di:

• presentare una scelta di discipline o di attività che approfondiscano o integrino quelle curricolari, permettendo così agli studenti di costruire un piano di studi solido ed armonico;
• offrire agli studenti la possibilità di seguire un percorso scolastico che risponda anche ai loro interessi e alle loro attitudini;
• proporre attività che concorrano alla formazione integrale della persona e rispondano alle esigenze della società attuale;
• rendere effettivo il recupero o il potenziamento di ogni singolo studente;
• impiegare le risorse umane della scuola valorizzandone il ruolo professionale;
• utilizzare in modo mirato le risorse professionali e socio-economiche del territorio.

 

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 04 Maggio 2011 13:40)